Southdrone

SOUTHDRONE

DJI Lancia Anche in Italia la Connessione 4G per Droni Air 3 e Mini 4 Pro

DJI Lancia Anche in Italia la Connessione 4G per Droni Air 3 e Mini 4 Pro

 
 

DJI ha rilasciato un importante aggiornamento firmware e nuovi accessori che permettono ai droni Air 3 e Mini 4 Pro di sfruttare la connettività 4G. Questa funzionalità, resa possibile dal modulo DJI Cellular Dongle 2, è ora disponibile anche in Italia e in Europa, aprendo nuove possibilità per piloti e operatori. Tuttavia, questo sistema non funziona in Thailandia, Stati Uniti, Iran, Corea del Nord, Siria, Cuba, Russia, Ucraina, Israele e Palestina.

DJI Cellular Dongle 2: Caratteristiche Tecniche

Il DJI Cellular Dongle 2 è un modulo compatto e leggero, pesante solo 11,5 grammi, che si collega ai droni tramite porta USB-C. Supporta gli standard di telecomunicazione TDD-LTE, FDD-LTE e WCDMA, coprendo un’ampia gamma di bande di frequenza per garantire la massima compatibilità con gli operatori di rete mobile in tutto il mondo. Collegato al drone, il dongle usufruisce di una doppia antenna per una connessione stabile e affidabile e integra un vano per schede Nano SIM.

Integrazione con Air 3 e Mini 4 Pro

Sul drone Air 3, il dongle è ospitato all’interno grazie a un alloggiamento già presente sulla parte superiore del drone. Per il Mini 4 Pro, è necessario un kit di montaggio aggiuntivo (31,5 grammi incluso il cavo).

Vantaggi della Connessione 4G

La connessione 4G supera i limiti della trasmissione OcuSync, consentendo ai droni di volare in scenari operativi complessi, come aree urbane o con ostacoli, dove la connessione radio può essere compromessa. Tecnicamente, questo modulo permette anche la conduzione del drone oltre la linea di vista del pilota (BVLOS), anche se DJI consiglia l’utilizzo del 4G nel volo a vista (VLOS), in condizioni di luce diurna e a relativamente bassa altezza.

È importante sottolineare che la connessione 4G non può essere selezionata manualmente. Inoltre, il drone può decollare solo se è attivo il collegamento radio OcuSync con il radiocomando. Lo switch automatico alla connessione 4G avviene durante il volo nel caso in cui la connessione radio OcuSync si indebolisca. Tuttavia, bisogna fare attenzione alla latenza in 4G, che potrebbe ridurre la reattività del drone ai comandi impartiti dal pilota.

Raccomandazioni di Utilizzo

DJI raccomanda una velocità di upload di almeno 5 Mbps per garantire una trasmissione video fluida e stabile. È importante notare che 30 minuti di volo consumano circa 1 GB di dati. DJI sconsiglia l’uso di SIM IoT e consiglia di non rispondere alle telefonate in modalità 4G, poiché potrebbero interrompere la connessione dati, attivando la procedura di ritorno a casa automatico, hovering o atterraggio sul posto.

La connessione 4G è compatibile sia con il radiocomando RC-N2 che con l’RC2, sfruttando la connessione dati dello smartphone dell’utente, che deve essere almeno di tipo 4G. La comunicazione con il drone avviene tramite un server DJI, con un servizio gratuito per il primo anno e un contributo richiesto a partire dal secondo anno.

Normative e Prezzi

Dal punto di vista normativo, l’utilizzo del DJI Cellular Dongle 2 non modifica la classe C1 del drone Air 3. Per il Mini 4 Pro con marcatura C0, il dongle non può essere utilizzato in quanto farebbe superare la soglia di 250 grammi. Per il Mini 4 Pro marcato C1, l’utilizzo del modulo 4G è consentito anche in Open Category in quanto elencato nella dichiarazione di conformità come accessorio ufficiale, ma sempre nel rispetto del volo a vista (VLOS).

Le maggiori potenzialità della connessione 4G si esprimono negli scenari BVLOS (Beyond Visual Line of Sight), dove vi sono nuove opportunità per operazioni complesse, previo ottenimento delle relative autorizzazioni operative ENAC nell’ambito delle operazioni specific (PDRA / analisi rischi SORA).

Prezzi

Per l’Air 3, il costo complessivo ammonta a 149€ per il DJI Cellular Dongle 2, a cui si aggiungono le spese per la SIM dati e, dal secondo anno, un canone per il servizio DJI. Per il Mini 4 Pro, oltre al costo del dongle (149€), è necessario acquistare anche la staffa di montaggio (20€), portando il totale a 169€, più le spese per la SIM dati e il canone annuale DJI.

Il DJI Air 3 (con RC-N2) è disponibile a 899€ (sconto 18%) su Amazon, e il Mini 4 Pro (con RC-N2) a 649€ (sconto 19%) su Amazon.

Seguici sui Social per non perderti gli Aggiornamenti sui nostri Lavori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *